#Campdigrano 4.0: L’alleanza necessaria tra tradizione e innovazione

0
112

Mercoledì 24 Giugno alle 19.00 lanceremo su Facebook la Prima Visione del video #Campdigrano 4.0.

Abbiamo scelto questa data simbolica, un po’ magica per la vita popolare delle campagne, per raccontare un’esperienza fatta dal team di RuralHack con tanti amici, lo scorso luglio. Il modo più bello, secondo noi, per raccontare chi siamo, cosa stiamo facendo e qual è chiaramente il nostro punto di vista sulle tecnologie.

È luglio, siamo a Caselle in Pittari, un piccolo borgo delle aree interne del Sud Italia in provincia di Salerno nel cuore del Cilento, dove ogni anno si tiene il Palio del Grano, un grande evento che raccoglie persone da tutti i paesi limitrofi (ma ormai da ogni parte del mondo). Si tratta di una gara di mietitura che finisce in una grande festa popolare. Da qualche anno in questo borgo un gruppo di giovani -molti di loro laureati e con esperienze lavorative in diverse parti del mondo- ha deciso di tornare e di dedicarsi all’agricoltura e, partendo da un pugno di grani antichi, ha creato un sistema di imprese che cooperano con la comunità, per la produzione e la valorizzazione di grani che non hanno subito ibridazioni in laboratorio ma sono sottoposti a processi di miglioramento genetico attraverso miscugli di semi fatti naturalmente in campo.

Alex Giordano, Salvatore Ceccarelli e Antonio Pellegrino alla Biblioteca del grano di Caselle in Pittari

L’anno scorso la task force di RuralHack come sempre ha voluto dare il suo contributo e nelle giornate precedente al Palio, ha organizzato insieme alle migliori giovani forze locali #Campdigrano 4.0, con partner strategici come Officine Innesto e Rete Semi Rurali, una settimana di inclusione digitale dove abbiamo lavorato insieme ad anziani contadini, agricoltori, giovani del paese e delle scuole circostanti, ricercatori dell’Università Federico II, esperti del sistema dell’agrifood (dalla genetica dei semi, al mercato del biologico), ingegneri esperti di tecnologie 4.0 open source ideate per l’agricoltura e tante persone accorse per far festa durante il Palio del Grano. #Campdigrano 4.0 si svolto nell’ambito delle attività del progetto PIDMed (nato da un protocollo d’intesa tra l’Università Federico II di Napoli e la Camera di Commercio di Salerno con il supporto di Unioncamere all’interno del Piano Nazionale Transizione 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico).

Davide Gomba e i ragazzi del Dipartimento di Sc. Sociale dell’Università Federico II durante il workshop Open Source Hardware for Agriculture

È stata un’esperienza unica e fortemente identitaria, fuori dalle aule dell’Università o di laboratori di ricerca e vissuta direttamente nelle zone in cui i contadini coltivano le loro terre e nelle quali è stato possibile rendersi meglio conto delle condizioni possibili per l’applicazione e l’introduzione di tecnologie anche molto avanzate come quelle del 4.0. Ma soprattutto è la prova vivente che le tecnologie hanno senso solo se sono l’occasione di un’agricoltura 4.0 sostenibile; il sistema di co-creazione di soluzioni possibili; il facilitatore delle connessioni che consente all’agire degli innovatori neo-rurali di essere iperlocale e diffondersi nell’infosfera. E che prima di ogni intelligenza artificiale abbiamo bisogno di creare ponti per attivare il meglio della nostra intelligenza collettiva.

I Maestri della Terra di Caselle in Pittari

Questo video non è solo un bel ricordo ma è anche l’attestazione della possibilità di far incontrare e di far collaborare “la tradizione e l’innovazione” e ci indica una possibile via di fuga per vivere i territori come punto di ripartenza post Covid creando nuove alleanze. È Il Pianeta a chiedercelo: non possiamo più perdere tempo.

Qui la visione del video

 

Qui il trailer del video

Per questa Prima Visione vogliamo ringraziare:

  • tutti coloro che sono stati con noi a #Campdigrano 4.0, gli agricoltori di Caselle in Pittari, gli esperiti, i ragazzi della Federico II, gli organizzatori del Palio del Grano e tutti i protagonisti del video;
  • tutti i partner che hanno reso possibile #Campdigrano 4.0:

PID – Punto Impresa Digitale

Unioncamere

PIDMed

Università degli Studi di Napoli Federico II

Camera di Commercio di Salerno

Officine Innesto

Rete Semi Rurali

Per la direzione scientifica:

Alex Giordano e Davide Gomba

Per il mentoring:

Adam Arvidsson

Eugenio Pisani

Antonio Torre

Vincenzo Moretti

Michele Sica

Giuseppe Jepis Rivello

Per il PID:

Pina Caliento

Afi Soedarsono

Marica Barile

Per le ricerche:

Annalisa Gramigna

Per le interviste:

Antonio Pellegrino

Salvatore Ceccarelli

Lucio Cavazzoni

Stefano Benedettelli

Per la facilitazione:

Carmine Russo

Alessandra Romano

Andrea Manzo

Dana Cappiello

Martina Foschini

Adriana Iammarino

Sara Formichella

Laura Pappacoda

Per le musiche:

Al Maranca

Per il video:

Jepis Bottega con Nunzio Marciano, Alfonso Tepidino e Giuseppe Pellegrino

Per PIDMed:

Raffaele De Sio

Ciro Di Leva

Domenico Clemente

Massimo Fucci

Fabrizio Pagano

Irene Giannattasio

Gerardo Milito

Per l’Università degli Studi di Napoli Federico II:

Centro di Servizio di Ateneo per il Coordinamento di Progetti Speciali e l’Innovazione Organizzativa (Coinor)

Alessandro Buttà

Clara Campana

Per Campania New Steel:

Mariangela Contursi

Laura Centanni

Un ringraziamento speciale a:

Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e della Ricerca

Arturo De Vivo, Magnifico Rettore Facente Funzione

Leopoldo Angrisani e tutto lo staff del Centro di Servizi Metrologici Avanzati (CeSMA)

Andrea Prete, Presidente della Camera di Commercio di Salerno e Vicepresidente Vicario di Unioncamere

  • i nostri partner che ci stanno supportando nella diffusione di questa Prima Visione:

Palio del grano

Future Food Italia

PIDMed

Societing4.0

Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli

Museo Vivente della Dieta Mediterranea

Camera di Commercio di Salerno

ProLoco di Caselle in Pittari

  • tutti coloro che ci sostengono:

AgriFoodToday

EuropaToday

Today.it

Rete Rurale Nazionale

Maker Faire

Slow Food Italia

Slow Food Campania

Sementia

Startupitalia

Salvatore Ceccarelli

Agronotizie

Comune di Caselle in Pittari

Montefrumentario Terra di Resilienza

Ministero dello Sviluppo Economico

Officine Innesto

CiboProssimo

Ruralopoli

Scuola Ambulante di Agricoltura sostenibile

Federica Genovese – Comunicazione Agrogastronomica

Good Land

Che Fare

Pessoa Luna Park

Questo video è un atto di amore verso la splendida comunità di Caselle in Pittari e tutta la #Cumparete coagulata intorno all’esperienza del Monte Frumentario e con la quale da anni facciamo continue prove di esistenza condivisa per ricordarci sempre che da soli non siamo niente.

 

Se condividi anche tu questa prospettiva e vuoi essere aggiunto nella rete dei partner che ci aiutano a diffondere questo contenuto scrivici su info@ruralhack.org