Casacomune organizza un corso sul cibo che cambia il mondo

0
248

CasaComune, la Scuola di formazione scientifica, di dialogo culturale e incontro sociale, organizza il 12, 13 e 14 aprile alla Certosa 1515 di Avigliana, il secondo corso del suo programma annuale: Il cibo che cambia il mondo. Verso una conversione ecologica e la creazione di reti comunitarie

Header Casacomune T

I contenuti del corso riguarderanno il percorso del cibo, dai semi alla sua distribuzione, di fronte al cambiamento climatico e alle nuove proprietà e povertà. I pericoli e i veleni che il cibo incontra nella sua produzione ma anche le opportunità di lavoro buono, di vita, di salute. Colture e culture. Acqua e gas serra. Il cibo come occasione di relazione e il ruolo dell’agricoltura in Italia e nel mondo. I significati del cibo nelle diverse religioni.

Il corso è destinato a chi si occupa di cibo e di agricoltura nelle economie che ne derivano, dalla produzione alla trasformazione, fino alla sua distribuzione. Cittadini attenti alla salute della terra, della persona, degli animali e di tutto il mondo vivente. Persone che riconoscono il valore del territorio poiché la Terra è casa. Cittadini attenti alle conseguenze delle diverse modalità di produzione dal punto di vista ambientale, economico e etico.

A condurlo saranno esperti, in diversi campi, quali Lucio Cavazzoni, già presidente Alce Nero, co-fondatore Gruppo Goodland; don Luigi Ciotti, fondatore Gruppo Abele e presidente di Libera e Casacomune; Piero Bevilacqua, già docente di Storia contemporanea all’Università di Roma La Sapienza e presidente dell’Istituto meridionale di storia e scienze sociali (Imes); Cinzia Scaffidi, giornalista, docente all’Università delle Scienze gastronomiche di Pollenzo; Rosalia Caimo Duc, Terre di Lomellina; Leopoldo Grosso, psicoterapeuta, docente per la prevenzione e il trattamento delle dipendenze, Istituto Universitario Salesiano Torino; Yvan Sagnet, presidente dell’associazione No Cap; Marco Omizzolo, sociologo e ricercatore Eurispes; Giovanni Dinelli, docente presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna; Vandana Shiva, fisica quantistica, ambientalista; Simone Salvini, chef; Mariachiara Giorda, storica delle religioni, Università Roma Tre; Gian Carlo Caselli, presidente del Comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura di Coldiretti; il direttore scientifico di RuralHack, Alex Giordano, nonché direttore scientifico Societing4.0, Università Federico II di Napoli; Stefano Ciafani, presidente di Legambiente; Mirta Da Pra Pocchiesa, giornalista e fondatrice di Casacomune.

Di seguito potete scaricare il programma: