La spesa bio per chi ci cura

0
119

Nel quadro dell’emergenza sanitaria che il nostro Paese e tutto il Mondo stanno vivendo, nonostante il momento difficile e drammatico, dovuto alla pandemia, nascono molte iniziative di solidarietà, ingegno e forza. Ieri, 8 aprile, ad esempio, è partita la sperimentazione del progetto “Stare vicini”, un servizio a disposizione esclusiva degli operatori ospedalieri bolognesi, sviluppato nell’ambito della campagna “più forti insieme”, per l’acquisto di prodotti freschi e sani, prevalentemente biologici del nostro Appennino.

Grazie a questo progetto, promosso da Goodland (società guidata da Lucio Cavazzoni) e dall’agenzia di comunicazione integrata Gruppo LIFE (di Alberto Tivoli) si può essere vicini al personale della sanità bolognese, duramente impegnato in questa situazione drammatica e anche connettere, attraverso i prodotti, questa realtà ad agricoltori e produttori del territorio, limitati dai recenti decreti. Crescono così i servizi messi a disposizione dalla Fondazione Sant’Orsola grazie alla raccolta “più forti insieme”.

Potete avere maggiori informazioni sul progetto andando sul sito www.starevicini.goodland.network.

Intanto a noi piacerebbe sapere anche di altre iniziative simili di cui poter poter parlare, nate in giro per l’Italia. Se ne conoscete e volete segnalarcele e raccontarcele potete scriverci a info@ruralhack.org.