Maker Faire Rome 2017 #dayone

0
47

Si  è aperta oggi la Maker Faire – The European Edition 4.0, il maxi evento dedicato all’innovazione. Fino a domenica, la città eterna, vedrà come protagonista la tecnologia a 360 gradi.
Numerosi  makers  e  start-up hanno presentato le proprie idee hi-tech, che vanno dalla robotica alla salute, passando per l’alimentazione e l’agricoltura.

Il  ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda durante la conferenza di apertura della fiera ha dichiarato:

“L’obiettivo è far nascere moltissime innovazioni diffuse che possano conquistare nicchie di mercato importanti”

Tanti interessanti temi trattati alla Maker Faire, dall’industria 4-0 al cibo del futuro, dell’internet of things, all’agricoltura di precisione hanno caratterizzato e caratterizzeranno il padiglione 9 all’interno del quale si colloca il progetto di ricerca Rural Hack.

La sezione del progetto è stata ricca di conferenze e workshop accompagnati dalla musica del dj Tony Ponticiello in arte Mr Time. La conferenza open “Biomimesi e solidi platonici – comportamento meccanico di modelli di strutture reciproche e cupole geodetiche” è stata curata da Donato Gallo il quale, con il suo team, nell’arco dei tre giorni realizzerà una cupola geodetica, rivestita da pannelli in policarbonato e robotizzata mediante l’utilizzo di sensori e con la collaborazione di Officine Innesto e Rural Hack.
Durante il pomeriggio, il maker Davide Gomba ha tenuto il workshop “Open source hardware in agricolture” in cui ha spiegato come fa un microcontroller  a percepire, in diversi modi, i livelli di umidità del suolo, nonché la temperatura, l’umidità dell’aria e la luce.v
Le attività continueranno per tutto il week-end, il team Rural Hack ti aspetta!

Pubblicato da Rural Hack su Sabato 2 dicembre 2017

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here