Oscar Green 2017: la premiazione dei vincitori

0
727

Durante il Salone della creatività Made in Italy, si è tenuta la premiazione dei progetti vincitori dell’ Oscar Green 2017, riconoscimento promosso da Coldiretti Giovani Impresa.

Diciotto i finalisti, scelti dopo una lunga selezione territoriale tra migliaia di start-up dalle diverse regioni. sei categorie (descritte qui) e sei vincitori ma tante le storie raccontate: storie di passione per la propria terra, di amore per il proprio lavoro e di rispetto dell’ambiente e della persona.

I progetti presentati vanno dal cuscino della salute alla stalla hi-tech, dai tetti costruiti in paglia di segale alla bioplastica ricavata dal melograno, esempi di innovazione e di ricerca segnano la trasformazione della figura del contadino. Gli Oscar Coldiretti sono stati conferiti da Maria Letizia Gardoni, delegato Nazionale Coldiretti Giovan Impresa, Roberto Moncalvo, presidente Coldiretti e Pecoraro Scanio, coordinatore generale Campagna Amica.

 

I vincitori degli Oscar Green 2017

Per la categoria Crea vince Stefano Chiesa che ha “creato” la biovernice per imballaggi alimentari. Stefano è riuscito ad estrarre dalle bucce di pomodoro la cutina, una sostanza che diventa la base per una vernice bio vegetale unica al mondo che permetterà di verniciare le latte alimentari con elementi naturali senza chimica.

Vito Pagnotta vince per la categoria We Green. L’imprenditore agricolo irpino ha inventato i primi jeans no wash invecchiati con la paglia. Questi jeans eco friendly sono vergini, non trattati e ciò consente un notevole risparmio energetico e di acqua, inoltre per pulirli basta metterli nel congelatore.

Per Agri-you l’Oscar Green va al progetto Luna di Fabiana Fassi la quale, con altre quattro donne, da dato vita al laboratorio rurale partecipato coniugando agricoltura e sociale, recuperando vecchie colture e abbracciando diverse culture.

Nella categoria Impresa2.terra trionfa il sale spray aromatizzato di Emanuele Grima, con basso contenuto di sodio e con elevate capacità antiossidanti.

Fare Rete non è solo una categoria in concorso agli Oscar Green, ma l’idea che si trova alla base della start-up di Donato Mercadante, vincitore del premio con il prototipo di occhiali realizzati con la lana di pecora. Questi occhiali che “tocchi con gli occhi e vedi con mani” nascono dall’incontro con Filippo Clemente, titolare dell’azienda Pecore Attive, per rilanciare la lana della pecora Gentile di Puglia.

Viene dal mare il vincitore della categoria Campagna Amica e si chiama Davide Busca, il quale insieme a tre amici ha inaugurato il primo take away marino salvaspreco organizzando aperitivi in barca.

Questi i vincitori degli Oscar Green 2017, ma le storie da scoprire sono ancora molte non a caso la macchina Coldiretti è già in moto per l’edizione 2018!