Rassegna Stampa 13 novembre (notizie della settimana 5 – 11 novembre 2018)

0
57

Ambiente, Cibo e Sostenibilità

Molti dei contributi della scorsa settimana girano intorno al tema della #sostenibilità e lo declinano in ambiti diversi. Un ambito è quello dell’#ambiente. E su questo si segnala un’iniziativa di Legambiente che ha istituito il premio «Buone Pratiche di Ecosistema Urbano» riconoscendo, quest’anno, 21 esempi virtuosi di cambiamento e innovazione, sostenibili, replicabili e rispettosi dell’ambiente.

Altro ambito di riferimento della sostenibilità è l’#agricolturasociale, un settore in cui, secondo Confagricoltura sono stati investiti 21 milioni di euro. Ci sono esempi molto belli di iniziative realizzate in tutta Italia, che agiscono in diversi settori della produzione agricola, e sono preziosi poli di inclusione sociale.

C’è poi il Rapporto di ASviS che porta l’attenzione, fra gli altri, anche sul Goal 2 dell’Agenda Onu che mira a «porre fine alla #fame, raggiungere la #sicurezzaalimentare, migliorare la #nutrizione». Su questo in Italia, tra il 2010 e il 2016, l’indicatore è migliorato: è diminuita la popolazione sovrappeso e sono aumentate le coltivazioni biologiche. Restano però le difficoltà legate alla qualità dell’alimentazione e alla distribuzione. Di questi temi si discuterà anche in occasione del Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione, a Milano il 27 e 28 novembre. In questo contesto verrà presentato il #FoodSustainabilityIndex, un indicatore sintetico della sostenibilità del cibo.

E ancora su cibo, ambiente e sostenibilità il tema degli #acquistiverdi degli enti locali per la ristorazione collettiva. Un premio anche in questo caso, attribuito in occasione del “Forum Compra Verde”, organizzato dalla fondazione Ecosistemi. La Regione più virtuosa nel #GreenPublicProcurement è risultata la Sardegna, con il 69%dei Comuni che adottano criteri ambientali giusti nella gestione delle mense scolastiche.

Completano il panorama delle declinazioni della sostenibilità altre tre parole: #cucina #cuoco ed #etica. Ebbene sì! E’ uno stellato francese, Olivier Roellinger a spiegare con forza perché la lotta al cambiamento climatico deve partire in cucina. Alta cucina, rispetto delle materie prime, impegno sociale e piacere. Sono questi gli ingredienti. «Raramente i cuochi collegano il cambiamento  climatico  all’alimentazione. Pensiamo subito ai trasporti,  al  riscaldamento  degli edifici ma quasi mai al cibo. Eppure, con l’agricoltura industriale, è tra  i principali responsabili.  Pesticidi, erbicidi,  deforestazione,  allevamento intensivo, consumo di carne, prodotti surgelati, mancato rispetto della stagionalità, spreco, incidono tutti profondamente sul clima. Ecco allora che gli chef hanno il dovere morale di promuovere una buona e corretta alimentazione e devono avere un ruolo centrale nel contrastare con la loro cucina, con le loro scelte la tendenza dell’attuale sistema di produzione e distribuzione che sempre più è nelle mani delle grandi multinazionali».

Ambiente e Tecnologie

Altro filo rosso da seguire è quello della #tecnologia. Si parla di impianti robotizzati, di sensori e luce artificiale per spiegare come l’hi-tech rinnova l’agricoltura. L’#indoorfarming è l’ultima frontiera che per altro trae spunto dalle tecniche adottate nei giardini di Babilonia, nel 600 a.C: strutture con orti verticali e piante fuori suolo ospitate in strutture coperte come vecchi palazzi cittadini e ex magazzini industriali, posizionate sui tetti degli edifici o in fattorie super tecnologizzate vicine alle città.

E dopo giornate difficili per i nostri boschi che sono stati devastati dalla furia del clima, si avvia una riflessione sull’uso delle tecnologie – big data, intelligenza artificiale, droni, laser, raggi X, sensori- per venire in soccorso del patrimonio boschivo. #Nature4.0

Ecco di seguito i link agli articoli:

cibo come a babilonia

cibo sostenibile road map MIur

con quei laser aiuteremo le nostre foreste

frutta e verdure buone per davvero

il miraggio del cibo sano

il senso etico dello chef i

in sardegna le mense più verdi d’italia

le città amiche della sostenibilità_1

le città amiche della sostenibilità_2