Rassegna Stampa 7 ottobre 2019

0
87

I cambiamenti alimentari sono necessari almeno per due ragioni: la salute e l’ambiente.

Zuccheri e carne sono tra i primi alimenti ad essere messi “sotto osservazione” anche in paesi come il nostro che, nonostante sia il cuore pulsante della Dieta Mediterranea, si sta sempre più orientando alla west pattern diet. Il cambiamento alimentare, però, non può orientarsi neppure verso diete solo vegetariane e questo sia, di nuovo, per una questione di salute, che per l’impatto ambientale che questo avrebbe. Si pensi solo che sarebbe necessario arare più terre,  usare più acqua per irrigare i campi, abbattere più foreste,  usare più prodotti agrochimici. E nella prospettiva di essere 10 milioni entro il 2050 è evidente che la salute degli ecosistemi non potrebbe che peggiorare.

Accompagnare le persone verso i cambiamenti alimentari, per altro, è faccenda tutt’altro che semplice e la questione merendine lo testimonia. La scelta del Ministro dell’Istruzione di inserire una nuova tassa sulle merendine è stata rubricata e banalizzata come l’ennesimo, inutile  balzello forse a causa dell’insofferenza alle tasse di qualunque natura siano. E anche dove questi interventi sono già presenti da più tempo, come in Inghilterra per esempio, il consumo di zucchero non è diminuito. Le cause sono varie e, a quanto pare, molto fa l’industria del cibo che attraverso azioni di lobby, attraverso le scelte produttive e grazie alla forza di persuasione della comunicazione orientano tutti noi verso consumi non sempre “responsabili”.

Anche se le persone pensano di muoversi in autonomia sulle scelte alimentari i condizionamenti sono veramente tanti. C’è qualcuno che vuole alzare la mano per raccontarci un’esperienza diversa?

Di seguito gli articoli scaricabili:

Agricoltura, 1 miliardo di danni

Agroalimentare, il settore piu a rischio

Certificazione per i ristoranti italiani all’estero

Cosa mettere nel carrello

Due chef stellati in cucina ecco la mensa solidale

I benefici della tassa più dolce per chi si strafoga di merendine

Quando l’agricoltura fa male all’ambiente

Riso, il pressing sull’Ue