Farm to Fork: una strategia per la sostenibilità europea

0
250

I sistemi agroalimentari odierni risultano poco sostenibili da un punto di vista economico, ecologico e salutare; l’Unione Europea ha infatti ideato la strategia Farm to Fork per trasformare – in un arco di tempo di dieci anni – il sistema alimentare europeo, rendendolo più resiliente e sostenibile. 

Farm to ForkSe il cibo europeo, in particolare quello previsto dalla Dieta Mediterranea, è ormai da tempo considerato un modello a livello globale, perché sano, nutriente e di alta qualità, l’obiettivo della Commissione Europea è di farlo diventare anche un esempio di sostenibilità. Infatti, nonostante la transizione sia già iniziata in diversi settori economici, i sistemi alimentari restano cruciali per far fronte ai cambiamenti climatici e al degrado ambientale.

Farm to Fork: dal campo alla tavola

La Farm to Fork è un piano decennale, presentato nel maggio 2020 dalla Commissione Europea, come uno dei punti cardine dell’European Green Deal, che contribuirebbe a far raggiungere la neutralità climatica all’Europa entro il 2050. La strategia propone, infatti, un piano di crescita sostenibile per rilanciare l’economia, migliorare la qualità della vita delle persone e prendersi cura della natura, con approccio sistemico ed integrato. 

L’obiettivo è di accelerare la transizione dei sistemi agricoli e alimentari, verso sistemi più sostenibili e resilienti. Ciò richiede un minuzioso lavoro trasversale su più livelli – sociali ed economici – in quanto i problemi che concorrono a l’insostenibilità dei nostri sistemi sono di molteplice natura e si protraggono per l’intera catena di valore. Per ottenere un reale cambiamento, è dunque fondamentale intervenire su tutti quei punti della filiera che al momento risultano fallaci: dalle modalità di produzione, al packaging, alle perdite e agli sprechi alimentari. I principali problemi individuati dalla Commissione Europea sono l’eccessivo sfruttamento del suolo, che nel tempo ha portato ad una perdita della biodiversità; la mancanza di una equa distribuzione del valore lungo la catena produttiva, che vede gli agricoltori in una condizione difficoltà; la necessità di assicurare la sicurezza alimentare, in quanto troppe persone in Europa non hanno la possibilità di accedere ad un pasto di qualità; il bisogno di sensibilizzare al fine di favorire la scelta consapevole dei consumatori e facilitare così il passaggio a regimi alimentari più sani e sostenibili.

Farm to Fork - Rural HackIn particolare, dunque, la startegia Farm to Fork si pone l’obiettivo di dimezzare l’utilizzo di pesticidi e antimicrobici e ridurre l’eccessivo utilizzo di fertilizzanti, in quanto la massiva presenza di sostanze come nitrogeno e fosforo riduce la biodiversità. La strategia Farm to Fork si propone, inoltre, di aumentare la produzione agricola organica e il benessere animale, in quanto quest’ultimo genera prodotti derivati di maggiore qualità, nutritiva e organolettica, e riduce la necessità di ricorrere a medicazioni.

La transizione a sistemi alimentari sostenibili offre, inoltre, un’enorme opportunità economica. In questo senso, un potenziale ancora poco sfruttato dagli agricoltori e dalle loro cooperative è quello della bioeconomia circolare,  un sistema economico pianificato per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi, riducendo al massimo gli sprechi. Gli agricoltori hanno l’opportunità di ridurre le emissioni di metano provenienti dal bestiame, producendo bioenergia e biogas dagli scarti e dai sottoprodotti agricoli,  riducendo notevolmente la richiesta di risorse naturali. 

Grazie alla strategia Farm to Fork, la Commissione Europea mira ad accelerare l’adozione da parte del mercato di soluzioni di efficienza nei settori agricolo-alimentare, con la garanzia che vengano effettuati investimenti in modo sostenibile e senza compromettere la sicurezza alimentare o la biodiversità. 

Per aiutare la transizione verso sistemi alimentari sostenibili, sani e inclusivi, la ricerca e l’innovazione (R&I) hanno un valore cruciale, per continuare a trovare e testare soluzioni innovative e per superare le barriere, scoprendo nuove opportunità di mercato. 

Vogliamo ricordarvi a tal proposito, che il 13 dicembre dalle ore 9.30 ci sarà, sui canali social di CREA e RuralHack, l’evento Italian Food Design – Ridisegnare il cibo Italiano in un’ottica di sostenibilità, dedicato proprio alle tematiche della strategia Farm to Fork e del sostegno alle piccole e medie imprese che vogliono avviare o hanno avviato percorsi in ottica sostenibile.

Fonti e approfondimenti: From farm to fork: making Europe’s food healthier and more sustainable