Foodsystem 5.0: Agritech, dieta mediterranea e comunità

0
372

Foodsystem 5.0

 

Foodsystem 5.0: Agritech, dieta mediterranea e comunità
14 ottobre 2022 | ore 11:00| FAO side event| online in prima visione

I sistemi alimentari globali sono attualmente insostenibili sia per le persone che per il pianeta. Il food system è responsabile di un terzo delle emissioni di gas serra (GHG) ed è un significativo driver della perdita di biodiversità. Inoltre, milioni di persone da una parte del mondo sono in uno stato di povertà, di fame e sofferenza a causa della malnutrizione e, dall’altra parte del mondo, stanno paurosamente aumentando le malattie dovute all’assunzione di troppo cibo, spesso di scarsa qualità.

Il Quadro Strategico FAO 2022-31 pone al centro la missione di non lasciare nessuno indietro concorrendo al passaggio per una migliore produzione, una migliore nutrizione, un ambiente migliore e una vita migliore per tutti. Per raggiungere questi obiettivi, la FAO ha sviluppato la sua prima strategia per rafforzare l’integrazione della scienza, delle tecnologie e dell’innovazione.

Il Science&Innovation Forum 2022, organizzato dalla FAO in collaborazione con il World Food Forum e al Forum sugli investimenti Hand-in-Hand, si concentrerà sulla centralità della scienza, della tecnologia e dell’innovazione per la trasformazione dei sistemi agroalimentari. In preparazione al Forum sono stati scelti in tutto il mondo 95 side event tra cui Foodsystem 5.0. Gli eventi collaterali – che si terranno dal 12 al 14 ottobre – offrono ai Membri e ai partner l’opportunità di presentare le loro idee sulla scienza, le tecnologie e le innovazioni che possono guidare la trasformazione dei sistemi alimentari.

Questi eventi collaterali, organizzati in modo indipendente, avranno un ruolo complementare al Forum FAO sulla scienza e l’innovazione e rappresenteranno una grande opportunità per i Membri e gli altri attori di condividere ulteriori idee e accelerare gli impegni all’azione.

Foodsystem 5.0 organizzato da Rural Hack – in collaborazione con l’Università di Napoli Federico II – vuole portare l’attenzione sui problemi e sulle idee per il cambiamento, soluzioni tecnologiche e riflessioni di metodo, che possano orientare i cambiamenti a partire dalle realtà locali, laboratori potenziali di innovazioni generative.

L’evento assumerà la struttura di un dibattito supportato da contributi di esperti del settore che, da differenti punti di vista, affronteranno le seguenti tematiche:
– Il ruolo della ricerca nell’ecosistema della transizione digitale;
– I valori della DM per ispirare il cambiamento;
– L’innovazione tecnologica e sociale del sistema del cibo con le comunità locali.

Intervengono:
Alex Giordano, Docente di Trasformazione digitale all’Università di Napoli Federico II,
Annalisa Gramigna, Fondazione IFEL,
Danilo Ercolini, Direttore del dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli Federico II

Con contributi di:
Danielle Gould, fondatrice di Food+ Tech Connect, membro fondatore del Culinary Institute of America’s Business Leadership Council e del Google Innovation Lab For Food Experiences;
Pasquale Di Rubbo, funzionario della Commissione Europea, presso la Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale;
Riccardo Cotarella, Enologo di fama internazionale e presidente di Assoenologi
Alfonso Iaccarino, Chef stellato, fondatore di Don Alfonso 1890 e ambasciatore nel mondo della Dieta Mediterranea;
Teresa Palmieri, primogenita del fondatore dell’azienda agricola Tenuta Vannulo è impegnata in prima linea nel portare avanti l’azienda di famiglia.

Con l’alto patrocinio di Matteo Lorito, Magnifico Rettore dell’Università Federico II di Napoli.

Link d’iscrizione all’evento: https://wkf.ms/3QU8FBn